Articoli marcati con tag ‘Jacques Louis David’

Video Galleria d’arte dedicata alle opere di grandi pittori del passato, riprodotte da maestri italiani delle copie d’autore. Una video collezione unica nel suo genere, prodotta in alta definizione (HD) attraverso l’uso di telecamere di ultima generazione. Nella galleria d’arte ogni opera è stata oggetto di valutazione per trasferire il contenuto in digitale, attraverso un’attenta regia e con l’aggiunta di una colonna sonora a coronamento dell’esperienza emozionale.

Nulla può sostituire l’esperienza di ammirare un quadro dal vivo, fra le mura di un museo, ma non sempre questo è possibile. Grazie alla nostra galleria video in alta definizione, pensiamo di diffondere l’amore per il bello senza limiti territoriali, perché l’arte unisca in pace i popoli della terra.Sostenete la nostra iniziativa, fate conoscere il nostro lavoro e sentitevi liberi di distribuire i nostri video in internet. Il progetto “Galleria d’arte” è un’iniziativa senza scopo di lucro di: Blulight gallery, la prima galleria d’arte sensoriale disponibile on-line.

Nella collezione si possono ammirare opere di Leonardo da Vinci, John Hoppner, Sandro Botticelli, Giovanni Boldini, Lord Frederic Leighton, Michelangelo Merisi da Caravaggio, Peter Paul Rubens, Emile Munier, Pierre Mignard, Altobello Melone, Guido Reni, Velentin de Boulogne, Luca Giordano, William Adolphe Bouguereau, Vincent Van Googh, Jacques Louis David, Jan Vermeer, Giambattista Tiepolo, Pompeo Batoni, Sir Lawrence Alma Tadema, Hans Anderson Brendekilde, Francis Cropsey, Henry Rousseau, Thomas Jacques Somerscales, Jacob Philipp Hackert, Gustav Klimt, Claude Oscar Monet, Canaletto, Jean Marc Nattier.

Tutte le opere esposte in questa galleria sono “riproduzioni ad olio” e non infrangono alcun copyright.

Jacques-Louis David  nasce a  Parigi, il 30 agosto 1748  e si spegne a Bruxelles, il  29 dicembre 1825.

La formazione artistica di Jacques-Louis David , lo pone alla storia soprattutto come pittore di storia, ma anche come abile ritrattista. La tavolozza di David era costituita nell’ordine dai colori: «bianco piombo, giallo Napoli, ocra gialla, ocra rossa, ocra Italia, bruno rosso, terra di Siena bruciata, lacca carminio, terra di Cassel, nero avorio, nero pesca o vigna. Indistintamente blu di Prussia, blu oltremare, blu minerale, poi poneva sotto questi colori cinabro e vermiglione. Verso la fine della carriera aggiunse il giallo cromo e il cromo rosso per dipingere i soli arredamenti»

L’arte sensoria vista attraverso la poesia della Blulight gallery

Recent Comments
Ravecca Massimo: Così come Oscar Wilde e Borges recensirono libri ...